Georg Philipp Telemann

 

Compositore tedesco, nacque a Magdeburgo nel 1681.
Figlio di un pastore evangelico, dopo un breve periodo al servizio del comune di Zellerfeld, approdò quattordicenne alla direzione della cappella della chiesa cattolica di Hildesheim. Frequentando il ginnasio, ebbe occasione di conoscere gli stili musicali italiano e francese. Successivamente s'iscrisse alla facoltà di diritto di Lipsia, senza terminare gli studi, e durante gli anni universitari conobbe Georg Friedrich Haendel, a cui fu legato artisticamente per tutta la vita, e nel 1704, organista e maestro di cappella, fondò un coro di studenti nell'ambito di un Collegium musicum.
In seguito affrontò numerosi viaggi in Europa e si stabilì alla corte ducale di Eisenach, dove divenne Kappelmeister.
Nel 1709 prese moglie, ma rimase vedovo dopo un solo anno dalle nozze. Si risposò nel 1714 ed ebbe sette figli e due figlie.
Dal 1721, dopo aver peregrinato fra chiese e corti, si stabilì ad Amburgo, dove mantenne fino alla morte l'incarico di direttore delle attività musicali della città.
Fu fondatore di istituzioni corali e concertistiche, nonché del primo giornale di cultura musicale apparso in Germania: il Getreu MusikMeister (Il fedele maestro di musica).
Nel 1740 fu pubblicata un'autobiografia, che contribuì a richiamare l'attenzione della cultura europea sulla sua figura.
Nella vicenda artistica di Telemann, considerato più che Haendel il vero antagonista di Bach, è da ricercare il laborioso passaggio della musica tedesca dal clima austero di Bach a quello nuovo di Mozart.
Interessato a ricerche di linguaggio, timbriche e formali, portò altresì nella musica tedesca la presenza rinnovatrice del melodramma italiano.
Compositore fecondo, lasciò dodici serie di cantate e di mottetti per i servizi dell'anno liturgico - circa tremila lavori, prodotti in coppia ad ogni scadenza domenicale -, quarantaquattro passioni, nelle quali aveva travasato l'originario gusto per il melodramma: Telemann è infatti autore di una quarantina di melodrammi composti fra il 1721 e il 1729. Oltre alle 600 ouvertures, ricordiamo numerosi servizi per varie esigenze ufficiali, come nozze, consacrazioni, giubilei, ecc.
Rimasta nell'oblio molto a lungo, la memoria di Telemann si è recentemente imposta all'interesse della critica come una delle più importanti della storia musicale tedesca.
Morì ad Amburgo nel 1767.