Giorgio Battistelli

 

Compositore italiano tra i più conosciuti e apprezzati anche all'estero della sua generazione, Giorgio Battistelli (Albano Laziale 1953), studia al Conservatorio dell'Aquila. Convinto assertore di una pratica compositiva strettamente connessa alla ricerca esecutiva, fonda gruppi di sperimentazione musicale, con i quali si fa conoscere nella duplice veste di compositore e interprete. Diviene composer in residence alla Deutscher Akademischer Austauschdienst di Berlino nel biennio 1985-86. Nel '92 diviene direttore artistico del Cantiere d'arte di Montepulciano e nel '96 dell'Orchestra Regionale Toscana.
Assai teatrale anche nelle sue manifestazioni sinfoniche e cameristiche, la sua produzione è particolarmente incentrata sulla ricerca di un rapporto sempre nuovo, e del tutto anticonvenzionale, tra linguaggio musicale e drammaturgia teatrale. Non a caso la parte più cospicua del catalogo del musicista laziale è quella destinata alla scena, sia in forma di teatro musicale che di balletto. Tra le sue opere, diverse delle quali commissionate da teatri inglesi, francesi e tedeschi hanno avuto particolare successo e circolazione Experimentum mundi (1981), Jules Verne (1987), Teorema (1992), Frau Frankenstein (1993), Begleitmusik (1995), Prova d'orchestra (1995), The Cenci (1997) e la recente Impressions d'Afrique.

 

Da www.milanomusica.org