Rory Gallagher

 

Rory Gallagher è nato il 2 Marzo del 1949 a Ballyshannan, nella contea del Donegal nella Repubblica Irlandese. Subito dopo la nascita, la sua famiglia si trasferisce a Cork nel sud del paese dove all'età di nove anni comincia ad appassionarsi al blues americano ed ai musicisti folk che può ascoltare attraverso la radio: "... ascoltavo lo skiffle di Lonnie Donegan e lui faceva canzoni di Woodie Guthrie, Leadbelly... poi con la radio scoprii Muddy Waters, Jimmy Reed, Chuck Berry. In Irlanda era piuttosto difficile trovare dei dischi di blues e così ne misi assieme una piccola collezione solo quando andai in Inghilterra". Gallagher comincia la carriera di musicista professionista dopo che decide di trasferirsi a Londra ed è lì che fonda il power trio chiamato Taste: "... era difficile sfondare in Inghilterra perché... beh, tra Inghlterra ed Irlanda c'è sempre stato un certo attrito, ma a poco a poco, sono riuscito a trovare uno spazio. All'epoca, sono andato anche ad Amburgo".
L'album d'esordio è datato 1969 ed è intitolato appunto Taste, con successiva distribuzione anche negli USA. Fra il 1969 e 1971, con il produttore Tony Colton, Gallagher & co. registrano 3 album per poi sciogliersi. Da lì in poi, nasce Rory Gallagher come solista ed inizia ad esibirsi accompagnato da una band sia in Europa che in Usa registrando negli anni '70 una serie di album con una prolificità impressionante, alcuni dei quali in studio, altri tratti dalle esibizioni fiume dei concerti live, dimensione in cui si carpisce in pieno l'energia e la potenza del chitarrista irlandese. I successivi album di Gallagher, Blueprint, Tattoo, Irish Tour, Against the Grain e Calling Card, fanno il pieno con rilevanti usi dell'effettistica per accentuare l'impatto hard, temi sulla cattiva stella e tanto whisky in corpo.
Rory Gallagher attraversa le mutevoli dittature dell'immagine, ma sul palco si presenta sempre uguale: camicie a quadroni, una Fender scolorita che diviene un'icona del rock e una genuina idea del blues con venature hard.
Sul palco sfodera un talento eccezionale non solo con la chitarra, bensì anche alle prese con mandolino ed armonica. Nel 1978 De'Ath e Martin se ne vanno e per Photofinish, Top Priority e il live Stage Struck alla batteria c'è Ted McKenna. Quindi nella band entra il batterista Brendan O'Neill e Gallagher si concede un parco uso dei fiati.
I tour si susseguono fino agli inizi degli anni '80 quando decide di prendersi un periodo di riposo dalla vita "on the road". Ritornato sulle scene il chitarrista continua a tenere dinamici ed eccitanti concerti; su disco, invece, esce solo con Defender (1987) e l'eclettico Fresh Evidence (1990).
Nonostante crescenti problemi di salute, continua a esibirsi regolarmente fino al 1994.
Nel 1995 comincia ad accusare gravi problemi di salute ed è costretto a sottoporsi ad un trapianto di fegato; si verificano delle complicazioni post-operatorie ed il 14 Giugno del 1995, all'età di 46 anni Rory Gallagher muore in un ospedale di Londra.